Mutui per Attività Commerciali: come si accede?

Tabella dei Contenuti

Se stai cercando un modo per finanziare l’acquisto di un locale commerciale per la tua attività, i mutui possono essere la soluzione ideale. In questo articolo, ti forniremo tutte le informazioni necessarie per capire come accedere a un mutuo per attività commerciali. Esploreremo le differenze tra l’acquisto di un locale commerciale di proprietà e l’affitto, nonché le distinzioni tra i mutui per l’acquisto di una casa e quelli per l’acquisto di un locale commerciale. Andremo, inoltre, a vedere quali sono i requisiti ed i documenti necessari per accedere a questa tipologia di mutuo.

Cos’è un mutuo per attività commerciali

I mutui per attività commerciali sono prestiti a lungo termine progettati appositamente per finanziare l’acquisto di un locale commerciale o di beni immobili destinati all’uso commerciale. Essi consentono di accedere a finanziamenti in grado di coprire una parte sostanziale del costo del locale commerciale o dell’immobile desiderato. Il tasso di interesse sui mutui per attività commerciali dipende da diversi fattori, tra cui:

  • Profilo creditizio dell’azienda;
  • Valore dell’immobile;
  • Loan to Value (LTV).

Il LTV rappresenta la percentuale del valore dell’immobile che la banca è disposta a finanziare. Un LTV basso (tra il 50 ed il 60%) potrebbe aiutarti ad ottenere un tasso d’interesse vantaggioso rispetto ad un LTV più elevato. Difficilmente le banche concedono mutui con LTV superiore all’80%.

Requisiti e Documenti

La domanda di acquisto di un mutuo per attività commerciali può essere presentata sia da un soggetto privato sia da un’impresa. A seconda della tipologia di richiedente, potrebbero leggermente cambiare i requisiti ma soprattutto la documentazione per accedere al mutuo. Ecco quali documenti servono:

  • Documentazione relativa all’immobile oggetto dell’operazione;
  • Copia della dichiarazione dei redditi per i privati (per le società serve la copia del modello unico societario);
  • Copia di eventuali ed ulteriori contratti di finanziamento in corso.

Dal punto di vista dei requisiti, ecco quali sono gli aspetti che la banca prenderà in considerazione prima di decidere se accettare o meno la richiesta di mutuo:

  • Solvibilità finanziaria/stabilità aziendale. Questa tipologia di valutazione serve all’istituto di credito per capire se sarai in grado di rispettare con costanza l’impegno relativo alla restituzione del mutuo;
  • Storia creditizia. Gli istituti di credito dovranno valutare il tuo profilo da un punto di vista prettamente creditizio. L’attenzione si sposta sulla tua reputazione creditizia. Se il tuo rating è positivo aumentano le chance di accesso al credito. Al contrario, se risulti iscritto in una blacklist di cattivi pagatori potrebbe essere più difficile ottenere il mutuo.

Differenza tra acquisto locale commerciale e affitto

Quando si tratta di aprire un’attività commerciale, una delle decisioni cruciali da prendere riguarda l’acquisto o l’affitto del locale. Vediamo quali sono le differenze principali.

Acquisto di un locale commerciale

L’acquisto di un locale commerciale di proprietà ti permette di diventare il proprietario del bene immobiliare in cui si svolgeranno le attività commerciali. Questa opzione è vantaggiosa per diverse ragioni:

  • Stabilità a lungo termine: Possedere un locale commerciale ti garantisce una sede stabile per il tuo business, senza il rischio di rincari o termini di locazione che potrebbero cambiare nel tempo;
  • Potenziale di crescita patrimoniale: Con il tempo, il valore del tuo locale commerciale potrebbe aumentare, consentendoti di beneficiare di un aumento del patrimonio netto;
  • Libertà di personalizzazione: Essendo proprietario dell’immobile potrai avere il controllo completo su eventuali modifiche da apportare al locale, così da adattarlo alle esigenze specifiche della tua attività.

Chiaramente, l’acquisto di un locale commerciale di proprietà richiede un investimento iniziale significativo e comporta spese non trascurabili in termini di manutenzione e di tasse.

Affitto di un locale commerciale

L’opzione alternativa all’acquisto è l’affitto. Questa scelta potrebbe essere più adatta per alcune imprese, offrendo i seguenti vantaggi:

  • Flessibilità: L’affitto di un locale commerciale ti offre maggiore flessibilità nel caso in cui desideri cambiare la sede della tua attività o adattarla a nuove esigenze che potrebbero sorgere nel corso del tempo;
  • Costi iniziali inferiori: L’affitto richiede generalmente costi iniziali inferiori rispetto all’acquisto di un locale commerciale, poiché non devi sostenere il costo di acquisto del bene.
  • Responsabilità limitata: Sei responsabile solo del pagamento dell’affitto e delle spese di gestione concordate nel contratto di locazione, mentre le spese di manutenzione straordinaria generalmente sono a carico del proprietario.

Differenza tra mutui acquisto casa e mutui per attività commerciali

I mutui per acquisto casa sono progettati per finanziare l’acquisto di un immobile residenziale. D’altra parte, i mutui per attività commerciali servono a finanziare l’acquisto di un locale commerciale o di un immobile utilizzato per scopi commerciali. Questi mutui sono rivolti a imprenditori e aziende che intendono sfruttare un immobile per stabilire o espandere la propria attività commerciale. L’obiettivo è creare un ambiente adatto per lo svolgimento di attività commerciali e generare profitti.

Una delle differenze più significative tra i due tipi di mutuo riguarda la durata del piano di ammortamento. Solitamente, i mutui immobiliari casa hanno un piano di ammortamento più lungo, che può arrivare fino a 30 anni. Si tratta di una soluzione che permette ai mutuatari di ottenere una rata mensile non molto elevata e, dunque, più facilmente sostenibile anche nel lungo periodo. Chiaramente, l’importo della rata dipenderà anche dalla tipologia di tasso scelto. Con un tasso variabile la rata potrebbe nel tempo aumentare o diminuire mentre con il tasso fisso l’importo mensile da pagare sarà costante.

Di contro, i mutui per attività commerciali tendono ad avere un piano di ammortamento più breve rispetto ai mutui per acquisto casa. Di solito, la durata del piano di ammortamento per i mutui per attività commerciali varia tra i 10 e i 20 anni. La ragione sta nel fatto che per un’azienda sono maggiori le probabilità di generare elevati profitti nel corso del tempo.

Alternative ai mutui commerciali

Per le Partite Iva esistono delle alternative che è possibile considerare per l’accesso al credito quando la finalità è quella di acquistare un locale commerciale. Una di queste è il leasing immobiliare. Grazie al leasing, in realtà, non diventerai immediatamente il proprietario dell’immobile ma potrai utilizzarlo a fronte del pagamento di un canone mensile. Al termine del contratto di leasing avrai, però, la possibilità di riscattare il bene e, dunque, acquisire la legittima proprietà dell’immobile. Con il leasing, inoltre, ci sono delle agevolazioni anche sotto il profilo fiscale.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Scegli il Prestito su Misura per te