Leasing immobiliare aziendale: cos’è e come funziona?

Tabella dei Contenuti

Il leasing immobiliare aziendale è una forma di finanziamento a lungo termine che consente alle aziende di utilizzare un immobile senza doverlo acquistare. In sostanza, l’azienda affitta l’immobile per un periodo di tempo determinato, di solito da cinque a venti anni, con l’opzione di acquistarlo alla fine del contratto di leasing.

Il leasing immobiliare può essere una soluzione ideale per le aziende che hanno bisogno di un immobile ma non hanno le risorse finanziarie per acquistarlo immediatamente. Inoltre, il leasing immobiliare offre alcuni vantaggi fiscali che possono rendere il leasing un’opzione più conveniente rispetto all’acquisto.

Vantaggi

Uno dei principali vantaggi del leasing immobiliare aziendale è che l’azienda può evitare di impegnare una grande quantità di liquidità nell’acquisto di un immobile. Il canone di leasing mensile o trimestrale può essere, infatti, più facilmente gestito all’interno del bilancio aziendale.

I canoni di leasing possono essere dedotti dalle tasse aziendali, a patto che il contratto di leasing sia superiore a 12 anni. Inoltre, l’azienda non deve preoccuparsi delle spese di ammortamento dell’immobile, in quanto l’immobile è di proprietà della società di leasing.

Svantaggi

Come con qualsiasi forma di finanziamento, il leasing immobiliare per le aziende presenta alcuni svantaggi. Ad esempio, l’azienda può pagare un tasso di interesse più elevato rispetto a un mutuo ipotecario. Inoltre, l’azienda deve sempre verificare i termini del contratto di leasing, in quanto potrebbero esserci penali per la cancellazione anticipata del contratto o per il mancato pagamento dei canoni di leasing.

Quali garanzie servono per il leasing immobiliare

Per proteggere gli interessi della società di leasing e garantire che l’azienda adempia ai propri obblighi di pagamento, ci sono alcune garanzie che sono generalmente richieste nel contratto di leasing.

Una delle garanzie più comuni richieste dalla società di leasing è una garanzia personale del proprietario dell’azienda o di uno dei suoi dirigenti. In pratica, questa garanzia sta ad indicare che il proprietario o il dirigente si impegna a pagare i canoni di leasing dell’azienda in caso di inadempienza dell’azienda stessa. La garanzia personale è spesso richiesta se l’azienda non ha una solida storia creditizia o non ha ancora accumulato abbastanza liquidità per garantire il pagamento del canone di leasing.

Un’altra garanzia comune richiesta dalla società di leasing è la garanzia ipotecaria. In questo caso, la società di leasing richiede una garanzia sulla proprietà dell’immobile. Cosa vuol dire questo? Che la società di leasing avrà un diritto di pegno sull’immobile se l’azienda non adempie ai propri obblighi di pagamento. La garanzia ipotecaria protegge la società di leasing contro il rischio di perdere l’immobile in caso di inadempienza dell’azienda.

La società di leasing può richiedere all’azienda di fornire una cauzione, che di solito è pari a un certo numero di mesi di canone di leasing. Se l’azienda non paga il canone di leasing, la società di leasing ha il diritto di trattenere la cauzione per coprire i pagamenti in arretrato.

Documenti per accedere al leasing immobiliare

Le aziende che desiderano accedere al leasing immobiliare devono presentare una serie di documenti che dimostrano la loro capacità di pagare i canoni di leasing e la loro idoneità a prendere in leasing l’immobile. Andiamo a vedere quali sono i principali documenti.

Documenti finanziari

Le aziende devono fornire una serie di documenti finanziari, come il bilancio, per dimostrare la loro capacità di pagare i canoni di leasing. Questi documenti devono essere aggiornati e presentati in forma verificabile.

Documentazione legale dell’azienda

In questo caso, sono necessari documenti come l’atto costitutivo, lo statuto e l’iscrizione al registro delle imprese. Questi documenti dimostrano che l’azienda è legalmente costituita e in regola con tutte le normative vigenti.

Documenti fiscali

Le aziende devono presentare le dichiarazioni fiscali degli ultimi tre anni per dimostrare la loro solidità finanziaria e la loro capacità di pagare i canoni di leasing.

Documentazione dell’immobile

È necessario fornire la documentazione dell’immobile che intendono prendere in leasing, come il certificato di proprietà, l’attestato di agibilità e l’eventuale perizia di stima dell’immobile.

Altri documenti richiesti dalla società di leasing

A seconda della società di leasing, potrebbero essere richiesti ulteriori documenti, come la copia del contratto di lavoro dei dipendenti, la lista degli asset dell’azienda o le autorizzazioni necessarie per l’attività svolta dall’azienda.

Come ottenere il leasing immobiliare

Per ottenere un leasing immobiliare aziendale, le aziende devono seguire alcuni passaggi fondamentali. Di seguito sono elencati i principali passaggi per ottenere un leasing immobiliare aziendale:

  1. Identificare l’immobile: l’azienda deve individuare l’immobile che desidera prendere in leasing, valutando la posizione, le dimensioni e le condizioni dell’immobile stesso.
  2. Contattare una società di leasing: l’azienda deve contattare una società di leasing che offra servizi di leasing immobiliare per le aziende. Le aziende possono cercare online o attraverso il network di contatti per trovare società di leasing.
  3. Richiedere un preventivo: una volta individuata la società di leasing, l’azienda deve richiedere un preventivo per il leasing immobiliare. La società di leasing fornirà una proposta che dettaglia i canoni di leasing, la durata del contratto, le garanzie richieste e altre condizioni del leasing.
  4. Valutare il preventivo: l’azienda deve valutare attentamente il preventivo, considerando i costi e le condizioni del leasing. L’azienda deve assicurarsi di comprendere completamente tutti i termini del contratto prima di firmarlo.
  5. Presentare la documentazione richiesta: una volta accettato il preventivo, l’azienda deve presentare la documentazione richiesta dalla società di leasing per l’approvazione del leasing.
  6. Approvazione del leasing: una volta che la società di leasing ha approvato la documentazione presentata, l’azienda deve firmare il contratto di leasing.
  7. Pagamento del canone di leasing: dopo la firma del contratto di leasing, l’azienda deve iniziare a pagare i canoni di leasing in base alle condizioni del contratto.

Leasing immobiliare aziendale: considerazioni finali

In definitiva, il leasing immobiliare aziendale può essere una soluzione ideale per le aziende che hanno bisogno di un immobile ma non hanno o non vogliono investire nell’immediato liquidità per l’acquisto. L’affitto di un immobile offre una maggiore flessibilità e vantaggi fiscali rispetto all’acquisto. Tuttavia, l’azienda deve sempre valutare attentamente i termini del contratto di leasing e verificare se il leasing è la soluzione migliore per le esigenze aziendali.

Leggi anche: come funziona il leasing finanziario.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Scegli il Prestito su Misura per te